La Leishmaniosi e Filariosi

Malattie trasmissibili da insetti ematofagi: Lheismaniosi e Filariosi. La Leishmaniosi e la Filariosi cardiopolmonare, sono due patologie che interessano i nostri animali a quattro zampe, entrambe le patologie sono trasmesse da ditteri ematofagi, la Leishmania da una zanzara detta volgarmente pappataceo la Filariosi da una zanzara appartenente al genere Culicidae. Entrambe le malattie se non sottoposte a terapie adeguate e controlli medici ripetuti periodicamente possono causare la morte dei nostri amici. A tal proposito e? indispensabile divulgare notizie e piccoli ma utili consigli ai nostri clienti e a tutti coloro che tengono alla vita dei propri animali.

LEISHMANIOSI Leishmania infantum: è un protozoo che viene trasmesso attraverso la puntura della zanzara, questo protozoo ha come ospiti (serbatoio) il cane l’uomo e roditori selvatici. Nel cane causa una malattia al momento inguaribile e solo parzialmente prevenibile, l’unico sistema attuabile per combatterla è attraverso l’utilizzo di sostanze repellenti (contro le zanzare) e controlli medici attuabili ambulatorialmente tramite un semplice prelievo di sangue. Il periodo di incubazione (corrispondente al periodo intercorrente il pizzico della zanzara e il manifestarsi dei sintomi) varia dai 3 ai 6 mesi circa, a tal proposito è consigliabile effettuare un test almeno 2 volte in un anno. Di fondamentale importanza è una diagnosi precoce perché se la malattia viene trascurata i nostri animali rischiano di sviluppare insufficienza epatica e danni irreversibili a livello renale. Per quanto riguarda i sintomi apprezzabili macroscopicamente l’animale infetto manifesta dimagramento, desquamazione forforacea, mantello opaco e alopecico, crescita abnorme delle unghie, emorragie, zoppie e linfoadenomegalia, ma quello che colpisce di più il proprietario è sicuramente un calo delle prestazioni fisiche dell’animale. Il cane assume l’aspetto di animale anziano pur essendo spesso molto giovane. Purtroppo la Leishmaniosi molto frequentemente si manifesta con quadri sintomatici non sempre così palesi e facilmente riconoscibili, e nelle forme acute può addirittura colpire organi interni senza preavvisi. Per questo è di estrema importanza sottoporre i nostri animali a controlli periodici e in caso di esito positivo iniziare la terapia adeguata al singolo soggetto. A tal proposito è utile sottolineare che la terapia per la Leishmaniosi non uccide il protozoo ma lo trattiene in uno stato di quiescenza..stato in cui non può nuocere alla salute dell’animale e cosa molto importante, la terapia se ben attuata lo allontana dal circolo ematico, il che costituisce sicuramente un’ottima lotta contro la trasmissione animale- zanzara- animale. Ultima cosa, non meno importante, è ricordare che un cane affetto da Leishmania non può trasmettere l’infezione a persone o altri animali a stretto contatto con il malato, l’unico sistema di trasmissione è la puntura della zanzara infetta e teoricamente la trasmissione transplacentare madre-feto. Da qui l’importanza di effettuare la lotta contro le zanzare e approntare la terapia in cani malati tutto ciò al fine di evitare dolorosi esiti e un futuro rischio anche per la salute umana.

FILARIOSI CARDIO-POLMONARE: La Filariosi è invece una malattia a decorso molto più acuto e subdolo rispetto alla Leishmaniosi, in questo caso il parassita trasmesso dalla zanzara è un verme che si localizza nel cuore e nell’arteria polmonare di cani e gatti causando gravi difficoltà respiratorie e circolatorie nei nostri amici. A differenza della Leishmania esistono in questo caso farmaci capaci di uccidere il parassita e di far guarire completamente l’animale, anche se tutto ciò dipende dallo stato di salute del soggetto e dal grado di gravità dell’infestazione. Anche in questo caso è indispensabile diagnosticare la malattia prima possibile e quindi sottoporre l’animale a test diagnostici prima che il parassita riesca a danneggiare a volte in modo irreversibile la salute del’animale. Da qui l’importanza di controlli medici e profilassi attuabile tramite somministrazioni a scadenza mensile di farmaci che possono proteggere dall’infezione per tutto il periodo di maggior rischio che è sicuramente il periodo primavera-estate e in caso di positività la terapia che pur non essendo priva di rischi e difficoltosa da attuare permette la salvezza dei nostri amici.

Contattaci

    Si dichiara che i dati personali acquisiti saranno utilizzati da parte della Clinica Veterinaria Vet San Silvestro - 52043 Loc. Montecchio Castiglion Fiorentino (AR), anche con l'ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati, esclusivamente per le finalità sopra indicate. Tali dati potranno essere comunicati a società collegate di selezione del personale della cui collaborazione la Clinica Veterinaria Vet San Silvestro potrà avvalersi. I dati verranno trattati e utitlizzati nel rispetto della legge 675/96. Titolare del trattamento è il Dottore Francesco Gallorini. nella persona di socio maggioritario della Clinica Veterinaria Vet San Silvestro - 52043 Loc. Montecchio Castiglion Fiorentino (AR). Ai sensi dell'Art. 7 del D. lgs. 196/2003 è tuo diritto accedere ai tuoi dati, ottenere senza ritardo l'aggiornamento o la cancellazione per eventuali trattamenti in violazione di legge, di opporti al trattamento dei tuoi dati per finalità commerciale o pubblicitaria nonché richiedere l'elenco completo ed aggiornato di tutti i Responsabili del trattamento, scrivendo a Clinica Veterinaria Vet San Silvestro - 52043 Loc. Montecchio Castiglion Fiorentino (AR) Italia. CONSENSO EX ART. 23 DEL D.LGS. N.196/03.
Recommended Posts